L’odore della guerra

Quand’ero giovane dalle zone di guerra mi portavo a casa i classici (e banali) souvenir : il bossolo del proiettile che mi...

Continua...

Foul d’assi

Quello che si mangia nella famosa bettola di Abu Abdo al Fawal non sono riuscito a gustarmelo per via della guerra, che ha svuotato...

Continua...

L’interprete

Se ne stava tutto il tempo ad armeggiare con il telefonino e un quaderno di appunti, ignorando le mie richieste e innervosendomi non...

Continua...

Porte chiuse

  Mentre la moglie e le figlie affidano il loro racconto alla mia telecamera il signore in jellaba si prende la testa fra le mani...

Continua...

L’ultima cena (in salsa ...

  Ieri ultima cena nella casa in cui siamo accampati, alle porte di Aleppo. Elio ha avuto la sciagurata idea di proporre una...

Continua...

Aleppo come Sarajevo

Per arrivare dal fornaio, nel quartiere di Saqqur, c’è da attraversare una larga arteria stradale che è tristemente diventata...

Continua...

Non c’è più religione

La teca con la testa del profeta Zaccaria, padre di san Giovanni Battista, è ancora lì, intatta, presumibilmente non profanata....

Continua...