Indietro non si torna!

feb 7, 2013 by

Indietro non si torna!

Ben vengano le analisi dotte, i retroscena e tutti i distinguo del caso. C’è però un dato di fatto che emerge dai recenti avvenimenti in Egitto e in Tunisia. Ed è netto e incontrovertibile. Lo si può sintetizzare in una frase sola. Che è questa: INDIETRO NON SI TORNA.

Sarà infatti lunga e faticosa, lastricata purtroppo di morti, contraddittoria e niente affatto lineare, ma la strada aperta con il sacrificio di Mohammed Bouazizi, in Tunisia, il 17 dicembre del 2010, ha segnato un punto di non ritorno nella storia dei popoli arabi. Una Storia che si è rimessa in moto, finalmente, in nome della dignità, dei diritti civili e della libertà. E la sua è una marcia irreversibile, perché le lancette del Tempo non tornano mai indietro. Che lo tengano bene a mente i dittatori che ancora stanno in piedi – vedi il macellaio siriano Bachar al Assad – e non lo dimentichino nemmeno i leader pigri e miopi dell’Occidente, che prima hanno flirtato e fatto affari con i rais – in nome di quella guerra al terrorismo, che in realtà nascondeva altri fini – e poi hanno finto di applaudire alle “primavere” senza però muovere un dito per aiutarle sul serio, solo perché hanno dell’islam hanno paura, a torto.

Ma la Storia va avanti lo stesso. Come dimostra la  Rivoluzione  siriana. Magari serviranno anni, anche decenni, ma le aspirazioni dei popoli arabi, non più nascoste ma esposte in piazza ed affidate al martirio, non sono più negoziabili. In Egitto, Tunisia, Siria, ma anche in Algeria, Libia, Marocco, GiordaniaYemen e ovunque ci siano governi che attentano alla libertà e non vedono di buon occhio la democrazia. E allora, onore ai caduti e avanti tutta….

N.B. Per chi voglia seguire gli avvenimenti in Tunisia consiglio il blog collettivo Nawaat, che sì è sempre contraddistinto per la serietà. Sull’Egitto, invece, il blog arabist.net e sulla Siria il sito Sirialibano.

{lang: 'it'}

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>