Ao, questi so arabi, regà…

lug 11, 2012 by

Ao, questi so arabi, regà…

A parziale rettifica di un mio post precedente - eccolo - devo riconoscere che qualche blog di viaggio che non sia noioso bensì utile e divertente c’è. Questo, ad esempio, che già dal titolo – Questi so arabi – parte bene. E’ gestito, pare, da “un arabista fallito di stanza in Giordania”, è dedicato ad usi e costumi del mondo arabo ed è scritto non in italiano ma in “dialetto romano-castellano”, che altro non è se non il romanaccio che si parla ai Castelli. Vi assicuro che è uno spasso, godurioso come un vero mojito in una baracca di lamiera alla periferia dell’Havana, iconoclasta come Borat eppure estraneo ai luoghi comuni come non succede nemmeno in un dottorato di antropologia alla Sorbona.

Sperando di far cosa gradita all’autore ve ne propongo qualche assaggio, piluccato qua e là:

ER MAR MORTO. Se er Mar Morto è considerato nmare allora ho interrotto un record di imbattibilità che durava dall’Agosto 2010, data dalla quale non me facevo nbagno nMare. Se er Mar Morto è considerato nlago, er record non è interrotto e l’amici mia squisiti me potranno continuà a di: ma come cazzo fai? E io ie dovrò continuà a risponne: a Torvaianica a fa la schiuma o allo Zion nmezzo ai coatti vacce te. Se er Mar Morto è na pozza d’acqua c’ho sguazzato e i record ma rimbarzano. Fatto sta che er Mar Morto po esse quello che ve pare, e l’unica cosa che posso dì peccerto è che c’ho camminato pure io sopra le sue acque. Prima de partì me lamentavo co n’amico dee future pene che avrei dovuto affrontà nmezzo a ste terre de beduini pea mancanza de maiale pe arcuni mesi naa dieta. Ma st’amico mio fracicone me rincuorava dicendome daje nte preoccuapà te rifai cor pesce bono, te ne vai quarche week ende ar Mar Morto e te fai na bella grijata de pesce. Questo qua nun essendo pratico de relazioni internazionali der Medio Oriente e nun essendo tantomeno  n’impiegato d’Acea nun sapeva che ner Mar Morto nce stava nessuna forma de vita, a causa dell’artà salinità delle acque. Nfatti pure e buticche scicche e i negozietti fraciconi de cianfrusaje arabe te vennono e majette co er pesce che ha stirato e che ie so rimaste solo ee spine.”

A TELEVISIONE. A te l’imprevisti classici dei viaggi t’hanno sempre rimbarzato, perché te sei fatto er callo coll’Inter-rail e coi giri a zonzo, mica nei villaggi vacanze a ballà a Macarena, però c’è da dì che solo na cosa te sta a fa smadonna da quando hai messo piedi nGiordania.  A televisione. Perché te er passo de qualità colle lingue l’hai sempre fatto colla televisione. E a televisione a casa nte funziona e st’arabi te l’hanno messa in salone come soprammobbile .E mo che sti fraciconi der governo americano t’hanno pure chiuso Megavideo, nte poi rincojoni co dumila firm arabi, che nce capisci ncazzo però solo er fatto de vede che questi so arabi te ngaluzzisce.

E mo sei arrivato qui Ngiordania e te voi fa l’orecchio pure quanno stai a smascellà sur divano de
casa e  nun sai che fa perché a televisione nte funziona. E ie inizi a scrive all’amici tua arabbisti esperti, diteme quarche serie televisa matta con cui me posso rincojoni su youtubbe prima che chiudono pure quello, però che non sia quarche musalsamat egiziana , che a te a Sfinge tà sempre rimbarzato. 
Che te c’hai pure a televisione ncasa, ma te stai a Amman e quinni ce deve sta quarche mushkila ( problema) senno questi che so arabi nun so contenti. E ogni tanto provi a riattaccà a spina ma ogni vorta nse vede ncazzo. E te smadonni perché er divano che c’hai sta più mbruttito de tutto l’arredo da sala der surtano dell’ultimo quadro de Prince of Persia, e vedette npo’ de notizie n’arabo mentre te bevi er the sarebbe a morte sua.                                                                       
Engiorno come nartro, senza di ncazzo a nessuno, er coinquilino tuo, quello che sa tutto, aveva finito i cubbi de cubrick che c’avevano regalato quelli daa compagnia telefonica, che te te credevi che solo
Steve Buscemi a Armaggeddon o poteva fa,  e se mette a smanettà coa televisione e dopo mezz’ora pia e s’accende tutto. E te nce credi e dici e mo chi me arza più da sto divano caa televisione n’arabo. Non m’arzo manco se Rania de Giordania me porta a cavacieco all’università. “
“I COINQUILINI.
Ogni nova avventura che se rispetti porta con sé anche er brivido de na nova sistemazione e de conseguenza er brivido de novi compagni de casa. Ogni vorta che quarcuno parte l’amici lo motivano:
me raccomanno stavorta vedi de piatte na bella svedese come coinquilina che te venimo a trova pe davero, ndo vai stavorta in Armenia? No in Giordania! Endosta? Ma nce sta a guerra là? E ie devi spiega a storia contemporanea araba daa Dichiarazione Barfour passando pee e due Intifada palestinesi che hanno dato er nome a parecchi centri sociali italiani fino ar matrimonio daa regina de
Giordania, quella stangona che fanno vede ogni tanto sui teleggiornali che ha mannato un Tweet su quarche cosa de profondo e importante der monno arabo. Ah ecco, trovate una come quella però svedese, e me raccomando colle arabe che dopo o zio, er nonno e tutto l’arbero genealogico te lo accolli
te.”
{lang: 'it'}

Related Posts

Tags

Share This

1 Comment

  1. Ciao Amedeo, grazie delle belle parole sul blog (anche se è passato molto tempo da questo articolo).
    Da un po’ ho cambiato il nome in “Monno solitario” (lo trovi sempre su blogspot) visto che le mie esperienze con il mondo arabo sembrano giunte al termine (almeno per ora).
    Ho anche una pagina fb dove oltre ai post linko foto e aneddoti del viaggio che sto facendo da Roma verso l’Armenia (forse Iran) via terra con autobus e treni principalmente. Lo stile è rimasto quello che fu di “questi so arabi”, umoristico e un po’ fantasioso.
    Spero tu possa apprezzare.
    Saluti e in bocca al lupo per il tuo lavoro,

    Giulio.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>